The Year in Fashion

Quest’anno, 104 milioni di amanti dello shopping hanno cercato prodotti moda su Lyst. Abbiamo analizzato le query, le pagine visualizzate e le vendite di 6 milioni di articoli di moda di oltre 12.000 store online, senza dimenticare le menzioni sui social e la risonanza mediatica a livello mondiale generate dai trend e e dai brand più acclamati di quest’anno. Dallo streetwear alle spille a forma di ragno, da Timothée Chalamet a Tevas, ecco tutte le tendenze più hot del 2019.

Iniziative globali

Sostenibilità: Le ricerche inerenti alla sostenibilità sono aumentate del 75% su base annua, con una media di 27.000 ricerche al mese. Sono cresciute anche quelle di materiali sostenibili: del 102% per l’econyl, del 52% per il cotone organico, del 130% per il repreve e del 42% per il tencel. Le categorie di prodotto più desiderate sono state i jeans e le sneaker sostenibili. Durante quest'anno, numerosi brand hanno lanciato diverse iniziative legate alla sostenibilità, dalla maggior attenzione ai materiali utilizzati nelle loro collezioni ai progetti di donazione e investimenti nel re-commerce.

Inclusione: Il 2019 ha visto numerosi richiami verbali contro la mancanza di inclusione e rappresentanza della diversità all’interno delle aziende. Gli amanti dello shopping hanno cercato una moda che rispecchiasse i bisogni e i gusti di diverse comunità, con le ricerche di articoli fashion versatili e semplici in crescita dell’80% e del 90% rispettivamente. C’è stato anche un incremento del 52% nelle ricerche di termini riferiti a una moda "neutrale" e "unisex". I consumatori "consapevoli" sono andati alla ricerca di stilisti e rivenditori che fossero in linea con i loro valori e, di riflesso, alcuni dei brand più potenti al mondo hanno lanciato delle campagne a favore della diversità e progetti per promuovere l'inclusione, alcuni assumendo anche figure manageriali specifiche per questo settore.

Top trend 2019

Fashion Moment 2019

  • 24 gennaio

    Meme e alta moda

    La sfilata di haute couture di Viktor & Rolf è stata caratterizzata da lunghi vestiti in tulle iridescenti decorati con slogan. In appena un paio d’ore, le menzioni del brand e dei suoi "abiti di alta moda con meme" sui social sono cresciute di oltre il 249%.

    Foto di Thierry Chesnot/Getty Images
  • 19 febbraio

    L'addio a Karl

    Il leggendario couturier Karl Lagerfeld si è spento a Parigi all’età di 85 anni. Malato da parecchie settimane, era stato assente alle due sfilate di Chanel del mese precedente. Virginie Viard ha preso il suo posto come direttrice artistica della maison Chanel.

    Foto di Pascal Le Segretain/Getty Images
  • 12 aprile

    Il K-Pop prende il sopravvento

    La girl band Blackpink ha segnato la storia del K-Pop con la sua esibizione sul palco principale di Coachella. Il video del loro singolo “Kill This Love” ha superato i record di YouTube, diventando il video che ha raggiunto più velocemente i 100 milioni di visualizzazioni – il debutto su YouTube più clamoroso di tutti i tempi.

    Foto di Rich Fury/Getty Images per Coachella
  • 1° maggio

    La moda è "camp"

    Il tema di quest'anno del Met Gala – "Camp" – ha visto Katy Perry vestita prima da candelabro e poi da hamburger e Billy Porter trasportato su una portantina da sei uomini, in una mise da "Dio Sole". Lady Gaga ha inscenato ben quattro cambi d'abito sul red carpet, uno dei quali ha scatenato un aumento del 112% delle ricerche dello stilista Brandon Maxwell.

    Foto di Neilson Barnard/Getty Images
  • 10 maggio

    Rihanna scrive la storia

    Dopo mesi di rumours, Rihanna ha annunciato ufficialmente il lancio di Fenty, diventando la prima donna a creare un brand originale in LVMH. Durante il suo primo mese di attività, la nuova maison di lusso ha generato oltre 5.000 articoli sui media di tutto il mondo e oltre 7 milioni di impression sui social.

    Foto di Aurelien Meunier/Getty Images per Fenty
  • Luglio

    Céline regina della Fashion Week

    Da un catsuit Chanel a un paio di jeans asimmetrici firmati Ksenia Schnaider, un body Off-White e un abito 3D di Iris van Herpen, Céline Dion ha trasformato Parigi nella sua passerella personale durante la Haute Couture Fashion Week. I suoi numerosi look hanno fatto schizzare le menzioni sui social del 7.831% nell'arco di 4 giorni.

    Foto di Vittorio Zunino Celotto/Getty Images
  • 2 agosto

    Una forza reale per il cambiamento

    Meghan Markle – duchessa del Sussex – ha curato il numero di settembre di Vogue nel Regno Unito intitolato "Forces for Change". Fotografate da Peter Lindbergh, la copertina presentava 15 donne scelte da Meghan per il loro "impatto significativo sulla vita moderna" - tra loro Greta Thunberg, Adwoa Aboah, Jacinda Ardern e Sinéad Burke.

    Foto di @SussexRoyal/Kensington Palace via Getty Images
  • 24 agosto

    Un nuovo patto

    Il Presidente francese Emmanuel Macron e l'A.D. di Kering François-Henri Pinault hanno dato vita al Fashion Pact. Sottoscritto da 32 aziende e 150 brand - tra cui Gucci, Chanel, Hermès, Stella McCartney, H&M e Nike - il patto presentava una serie di obiettivi condivisi su cui lavorerà l'industria della moda con il fine di ridurre il suo impatto sul clima, la biodiversità e gli oceani.

    Foto di Ole Jensen/Getty Images per Copenhagen Fashion Summit
  • 20 settembre

    Uno spettacolo "Savage"

    La sfilata di moda di Savage x Fenty è stata trasmessa in streaming in esclusiva su Amazon Prime Video e ha ospitato artisti come Halsey, Migos, A$AP Ferg e Fat Joe, oltre a un variegato gruppo di modelle del calibro di Alek Wek, Cara Delevingne, Joan Smalls, Laverne Cox e Normani. Le ricerche di lingerie Savage x Fenty è salita del 43% nel mese di settembre.

    Foto di Craig Barritt/Getty Images
  • 21 settembre

    J-Lo torna alla giungla

    Jennifer Lopez ha sfilato sulla passerella di Versace durante la Fashion Week di Milano indossando il leggendario "Jungle dress", che portò alla creazione di Google Images nel 2001. La sua presenza ha provocato un coinvolgimento online e menzioni sui media per un valore di 9,4 milioni di dollari.

    Foto di Vittorio Zunino Celotto/Getty Images
  • 29 settembre

    Cardi B, star da front row

    Cardi B è apparsa alla Fashion Week di Parigi in una mise floreale dalla testa ai piedi, opera dello stilista britannico Richard Quinn. Questo look ha contribuito a un aumento del 17% delle ricerche del brand su Lyst nel mese di settembre. Nella stessa settimana è stata avvistata seduta accanto ad Anna Wintour e Thom Browne in un outfit molto professionale dello stesso stilista. Ha assistito alla sfilata di Chanel con un ensemble della maison del valore di oltre 30.000 dollari.

    Foto di Pascal Le Segretain/Getty Images
  • 1° ottobre

    Gigi alla riscossa

    Il Direttore Creativo Virginie Viard ha presentato la sua prima collezione di prêt-à-porter da solista per Chanel durante la Fashion Week di Parigi, alla quale si è imbucata la YouTuber francese “Marie S’Infiltre”. Saltata all’improvviso sulla passerella, è stata fermata dalla modella Gigi Hadid. La prodezza ha contribuito a un aumento delle menzioni social di Chanel del 2.618%.

    Foto di Pascal Le Segretain/Getty Images
  • 14-18 ottobre

    Lo stile diplomatico dei reali

    Per il tour reale del Pakistan, William e Kate hanno scelto abiti di stilisti e brand locali, omaggiando la cultura e la storia della regione. Dopo l’apparizione di Kate in un salwar kamiz al suo arrivo, le ricerche di questo articolo sono aumentate del 170% nella settimana successiva. Jenny Packham, Beulah London e Ghost – brand indossati durante il tour – hanno goduto di un aumento complessivo delle ricerche del 139% su base settimanale.

    Foto di Chris Jackson/Getty Images

Il prossimo Year in Fashion

  • Stile spaziale

    Quattro missioni su Marte, un razzo riutilizzabile firmato SpaceX, una nuova generazione di navi spaziali con equipaggio tutto umano: con questi fra i progetti in fase di lancio (letteralmente!) nel 2020, anche la moda diventa intergalattica. Come percepito dalle passerelle p-e 2020, prevediamo tessuti olografici, outerwear spaziale e design dell'altro mondo.

  • Giappomania

    La prossima estate sono attesi 600.000 spettatori da tutto il mondo a Tokyo, in occasione dei giochi olimpici e paralimpici del 2020. Con tutti gli occhi puntati sul Giappone, preparatevi a trarre ispirazione dall'audace stile di strada di Harajuku e dai brand di culto contemporanei come Sacai, Undercover, Visvim e Neighborhood. Quest'anno le ricerche dei brand giapponesi sono cresciute dell'8%.

  • Borsa spaziosa

    Quest'anno abbiamo rilevato come la superficie media delle borse si sia ridotta del 40%, conseguentemente alla tendenza delle mini borse. Per il 2020 prevediamo un ritorno in auge di modelli XL tipici dei primi anni del 2000, in particolare dei nuovi design in morbida pelle di brand del calibro di Little Liffner e The Row.

  • Moda ispirata alla politica

    Il 2019 è stato un anno turbolento per l'industria della moda, riflesso delle tensioni politiche e culturali che hanno influenzato i comportamenti dei consumatori in tutto il mondo. Le cravatte di Tom Steyer - candidato alle presidenziali per il Partito Democratico - hanno già scatenato diversi tweet e ricerche da parte degli americani e, con il sopraggiungere delle prossime elezioni negli Stati Uniti, prevediamo di vedere articoli di moda di successo ancora più ispirati alla politica nel 2020.

  • 5 brand da tenere d'occhio

    Basandoci sui termini ricercati in più rapida crescita degli ultimi sei mesi, prevediamo che sarà un'ottima annata per Rotate Birger Christensen (+27%), GCDS (+23%), ALYX (+36%), Marine Serre (+32%) e Cecilie Bahnsen (+38%).