3° trimestre 2020

Lyst Index è la classifica trimestrale dei brand e dei prodotti di moda più desiderati su scala mondiale.

Lyst è la piattaforma di shopping online per eccellenza, utilizzata da oltre 100 milioni di utenti all’anno per cercare, scoprire e acquistare capi e accessori moda in oltre 12.000 mono-brand e store online. La formula alla base del Lyst Index prende in considerazione il comportamento di acquisto degli amanti dello shopping, oltre ai tassi di conversione e di vendita. Comprende, inoltre, i dati di ricerca ricavati da Google, nonché le menzioni sui social e le statistiche di engagement a livello internazionale, su un periodo di tre mesi.

3° trimestre 2020

3° trimestre 2020
Brand più desiderati

2° trimestre 2020
  1. 1

    Gucci

    • La diretta streaming della collezione “Epilogue” totalizza oltre 35 mln di visualizzazioni
    • Esce la campagna a/i 2020 con autoscatti di modelli nel proprio spazio abitativo
    • Lancia il progetto gender fluid MX sul suo sito web
    3
  2. 2

    Off-White

    • Il fondatore Virgil Abloh annuncia un fondo di borse di studio da 1 mln di dollari per studenti di moda neri
    • Crea una concept car in collaborazione con Mercedes-Benz
    • Apre dei nuovi store a Londra, Miami e Milano
    2
  3. 3

    Nike

    • Registra un aumento delle vendite digitali dell’82%
    • Lancia la prima collezione “premaman”
    • Insieme a Michael Jordan, devolve 140 mln di dollari a favore della giustizia sociale e dell’uguaglianza razziale
    1
  4. 4

    Prada

    • Debutta con la prima collezione con Raf Simons come co-direttore creativo
    • Triplica le entrate derivanti da e-commerce
    • Collabora con Sotheby’s per raccogliere fondi a favore dell’operato dell’UNESCO in risposta al Covid-19
    5
  5. 5

    Balenciaga

    • Lancia la campagna a/i ‘20 con Cardi B come testimonial
    • Sbarca su Apple Music con una playlist e una collezione di capi in edizione limitata
    • Annuncia una linea per raccogliere fondi a sostegno della ricerca sul cancro al seno
    4
  6. 6

    Fendi

    • Nomina Kim Jones direttore artistico della linea donna
    • Va in scena la collezione p/e ‘21 con Paul Mesca e Rita Ora nella front row
    • Cede il controllo creativo della campagna per la borsa Peekaboo a Chloe x Halle
    9
  7. 7

    Versace

    • Mostra la collezione p/e ‘21 in diretta streaming con scene girate sott’acqua
    • Esce la campagna della fragranza Dylan Blue con Bella Hadid e Hailey Bieber come testimonial
    • LLancia il servizio di personalizzazione degli accappatoi Versace Home
    7
  8. 8

    Saint Laurent

    • Lancia la campagna a/i ‘20 con gli scatti di Juergen Teller
    • Il regista John Waters è il nuovo volto della linea uomo
    • Annuncia un progetto artistico con Helmut Lang, fornendo materiali di scarto per realizzare sculture
    6
  9. 9

    Bottega Veneta

    • Registra quasi il triplo delle vendite e-commerce nella prima metà dell’anno
    • Il direttore creativo Daniel Lee collabora con Tyrone Lebon nella realizzazione di un film sulla mascolinità
    • Lancia le borse Kraft in carta riciclata
    10
  10. 10

    Valentino

    • Pierpaolo Piccioli vince il premio CFDA come miglior designer di abiti femminili
    • Dona 1 mln di euro a favore di un ospedale di Roma con la campagna a/i ‘20 Empathy
    • Lady Gaga è il volto della nuova fragranza
    12
  11. 11

    Jacquemus

    • La collezione p/e ‘21 va in scena in un campo di grano vicino a Parigi
    • Crea una t-shirt esclusiva per i lettori di Vogue Paris
    • Il designer Simon Porte Jacquemus pubblica un libro di fotografie scattate con iPhone
    11
  12. 12

    Burberry

    • Collabora con Twitch per la sfilata p/e ‘21 in diretta streaming
    • Aumenta le borse di studio per le arti creative a sostegno degli studenti poco rappresentati
    • Il programma Inspire riunisce virtualmente artisti e studenti britannici e americani
    8
  13. 13

    Moncler

    • Gli amici del brand prendono parte alla campagna Moncler Voices
    • Lancia la collezione gender fluid a/i ‘20 Genius con JW Anderson
    • Annuncia un piano per raddoppiare le vendite online nei prossimi tre anni
    14
  14. 14

    Alexander McQueen

    • Lancia un nuovo marchio, MCQ, con una tecnologia blockchain
    • Apre un nuovo store a Omotesando, Tokyo
    • Cate Blanchett indossa Alexander McQueen al Festival di Venezia
    15
  15. 15

    Loewe

    • Presenta la collezione uomo p/e ‘21 con una “passerella in scatola” inviata ai giornalisti
    • Lancia una linea di fragranze per la casa a base vegetale
    • Apre nuove boutique a Dubai e a Monaco
    16
  16. 16

    Balmain

    • Presenta una sfilata in barca sulla Senna a Parigi
    • Apre una nuova boutique a New York
    • Lancia le nuove borse ispirate ai motivi preferiti da Pierre Balmain
    17
  17. 17

    Adidas

    • Lancia una linea di maschere riutilizzabili
    • Svela la seconda edizione delle sneakers Prada x adidas Superstar
    • Collabora con Lego per sneakers disponibili tramite l’app adidas
    13
  18. 18

    Givenchy

    • Svela la prima campagna con Matthew M. Williams come direttore creativo
    • Esce una nuova versione della borsa Antigona
    • Lancia i make-up look virtuali nel videogioco Animal Crossing
    26
  19. 19

    Fear of God

    • Debutta la linea realizzata in collaborazione con Ermenegildo Zegna
    • Esce la collezione p/e ‘21 dalla filosofia “fluid casual”
    • Collabora con Aarmy per abbigliamento fitness
    20
  20. 20

    Marine Serre

    • La designer Marine Serre si aggiudica l’ANDAM fashion award
    • Presenta la collezione p/e ‘21 attraverso un film con la cantante Sevdaliza
    • Beyoncé indossa un suo abito nel visual album Black is King, in streaming su Disney+
    30

La moda è ancora di moda

L'emergenza sanitaria continua a stravolgere l’industria fashion e a cambiare le abitudini dei consumatori. Ma una cosa è certa: la moda non sta passando di moda.

Nonostante le infauste previsioni dei mesi recenti e i vari opinionisti sempre pronti a domandarsi quando saremmo tornati a vestirci bene, ci sono chiari segnali che gli amanti dello shopping sono ancora interessati alla moda – e non parliamo solo di tute e felpe. Gli amanti dello shopping sono pronti a spendere e acquistare articoli di brand che ispirano entusiasmo e gioia, mentre le categorie associate alla vita pre-Covid – come borse e tacchi alti – stanno risalendo in cima a prescindere dall’incertezza globale.

Se nel primo periodo di lockdown, la fiducia del consumatore ha iniziato a vacillare e le preferenze si sono orientate verso loungewear e activewear, il terzo trimestre ci ha presentato, tutto sommato, un quadro più roseo. La maggior parte degli acquisti avviene online, si propende ancora verso uno stile più informale e i brand privi di una personalità chiara e distintiva sono quelli che soffrono di più. Al contrario, per i nomi dotati di un forte punto di vista in coppia con un efficace approccio al mondo digitale, ci sono tutti i presupposti per essere più che ottimisti.

La moda prospera grazie al savoir faire e al reinventarsi: i brand di ogni settore hanno dovuto spingere l’acceleratore sul rinnovamento non appena è diventato chiaro a tutti che né il coronavirus né il distanziamento sociale sarebbero scomparsi nel giro di poco tempo. Dal lancio di prodotti pensati appositamente per uno stile di vita sempre più “casalingo” – basti pensare agli accappatoi personalizzati di Versace o alle fragranze per la casa di Loewe – passando per la rivoluzione del modo di presentare e lanciare sul mercato le collezioni, i marchi più hot del terzo trimestre sono stati all’altezza di questa sfida.

Quando Gucci – il brand più desiderato del momento – ha presentato la collezione Epilogue in diretta streaming a luglio, le visualizzazioni in tutto il mondo hanno superato i 35 milioni, guadagnandosi la palma di evento digitale del brand più visto in assoluto. Su Lyst, le visualizzazioni di pagine di Gucci in questo trimestre sono aumentate del 52% su base annua. Jacquemus, all’11° posto della classifica dopo la sua rapida ascesa, è stato tra i primi da quando è iniziata la crisi a mettere in scena una sfilata caratterizzata dal distanziamento sociale. Allestito in un campo di grano fuori Parigi, il fashion show ha seminato bene e raccolto meglio – con post sui social media, nonostante il numero limitato di spettatori. Le richieste della maison sono schizzate del 186% nelle 24 ore successive all’evento.

Da sempre le collaborazioni sono una tattica vincente dei brand per scalare la vetta della notorietà e per ampliare il loro pubblico; questo trimestre, non è stato da meno. Da Valentino e Levi’s passando per Prada e adidas, sono state svelate o annunciate tamtissime partnership nuove e meno nuove. Oggi più che mai, le etichette più desiderati credono nel motto “l’unione fa la forza”. La sinergia tra Nike Jordan e la maison Dior per la linea di sneaker uscita a luglio sarà sicuramente tra i contendenti del titolo di momento fashion più chiacchierato dell’anno.

Mentre i soliti noti dominano ai primi posti della classifica dei brand più desiderati, gli amanti dello shopping hanno puntato anche su marchi minori e più giovani, in particolare quelli dotati di un’energia creativa frizzante e con una mission forte e chiara. Come Marine Serre, che compare per la prima volta nella top 20 ed è, inoltre, il brand in più rapida crescita di questo trimestre, scalando ben 10 posizioni. L’etichetta di Los Angeles Fear of God sale di un gradino, accaparrandosi il 19° posto, dopo essere entrata nel Lyst Index per la prima volta appena nel secondo trimestre di quest’anno.

Il 2020 volge ormai al termine e l’andamento di questo periodo chiave dal punto di vista commerciale porterà molti operatori del settore a una resa dei conti. In attesa dei risultati e che si calmino le acque di questo anno turbolento, i brand possono trarre un po’ di conforto dai segnali promettenti giunti dopo la primavera – continuando comunque a far leva sulle opportunità derivate da questo reset forzato.

Prodotti più desiderati

Per individuare i prodotti più ricercati al mondo, Lyst analizza oltre otto milioni di articoli in base al volume delle menzioni sui social media, alle ricerche, alle pagine visualizzate, alle interazioni e alle vendite in migliaia di store online. Lyst raggruppa i colori per tutti i modelli e prende in considerazione la domanda globale in base al volume delle scorte disponibili.

3° trimestre 2020
Prodotti donna più desiderati

  1. Photo: Shopping bag di Telfar

    Shopping bag di Telfar

  2. Photo: Maglia stretch con luna crescente di Marine Serre

    Maglia stretch con luna crescente di Marine Serre

  3. Photo: Cappello alla pescatora Le Bob di Jacquemus

    Cappello alla pescatora Le Bob di Jacquemus

  4. Photo: Stivali in gomma di Bottega Veneta

    Stivali in gomma di Bottega Veneta

  5. Photo: Hockney dress di House of Sunny

    Hockney dress di House of Sunny

  6. Photo: Mocassini con logo di Prada

    Mocassini con logo di Prada

  7. Photo: Abito in pelle con maniche a palloncino di Ganni

    Abito in pelle con maniche a palloncino di Ganni

  8. Photo: Borsa Classic Double Flap vintage di Chanel

    Borsa Classic Double Flap vintage di Chanel

  9. Photo: Clog multicolore di Grateful Dead x Chinatown Market x Crocs

    Clog multicolore di Grateful Dead x Chinatown Market x Crocs

  10. Photo: Orecchini FF di Fendi

    Orecchini FF di Fendi

I nuovi status symbol

La shopping bag di Telfar è il prodotto più desiderato al mondo. A partire dal prezzo relativamente accessibile di 150 $, il motto del brand “Non è solo per te, ma per tutti” riassume il nuovo mood che ha travolto il mondo della moda e non solo. Marchio fondato da un designer nero, sostenitore dell’inclusività da molto prima della nascita del movimento Black Lives Matter, Telfar ha dimostrato di avere tutti i requisiti per conquistare il numero crescente di consumatori il cui modo di fare shopping è orientato verso uno scopo ben definito. Ed ecco che le richieste della sua borsa aumentano del 270%. Nel corso del trimestre, il fondatore Telfar Clemens ha vinto il prestigioso premio CFDA, la deputata del Congresso degli Stati Uniti Alexandria Ocasio-Cortez ha postato la sua Telfar bag su Instagram e viene annunciata un’importante collaborazione con UGG. Le ricerche del brand sono complessivamente salite del 61%.

I video musicali sono tornati di moda, ispirando gli amanti dello shopping per tutto il trimestre. Molti designer hanno messo in scena le loro presentazioni virtuali immerse in un’atmosfera da videoclip. I Video Music Awards di MTV è tra i pochi eventi da tappeto rosso a non essere stato annullato, con Lady Gaga e i suoi sette cambi d’abito a riempire tutte le prime pagine. Nel frattempo, WAP di Cardi B, POPSTARS di DJ Khaled e Black is King di Beyoncé si impongono prepotentemente come i momenti più hot del trimestre. Nel visual album Black is King, Beyoncé e la sua troupe di ballerine indossano il body con stampa a luna crescente di Marine Serre, contribuendo così a spingere la sua variante in maglia stretch al 2° posto della classifica dei prodotti per lei più desiderati. Indossato da altre celebrity come Adele, Kylie Jenner e il gruppo K-pop Blackpink, il motivo con lune della designer francese è stato protagonista di un’ascesa decisamente… stellare in popolarità, con un aumento delle ricerche del 426%. La richiesta del brand nel complesso è aumentata dell’83%, ulteriormente incrementata da un’attenzione verso la sostenibilità, oltre che dalle mascherine rigorosamente sold out.

Al 5° posto della classifica trimestrale troviamo House of Sunny, con l’abito Hockney Dress che ha registrato il tutto esaurito dopo essere stato indossato da Kendall Jenner in un post su Instagram condiviso con i suoi 140 milioni di follower. Molte altre influencer hanno poi indossato lo stesso modello verde in maglia, facendo schizzare le richieste del brand a +45%. Tra gli altri prodotti approvati dalle influencer, compaiono nella classifica di questo trimestre anche i combat in gomma di Bottega Veneta, i mocassini con logo e suola spessa di Prada e l’abito con maniche a palloncino firmato Ganni. Tutto ciò è una dimostrazione di quanto i social media continuino ad orientare fortemente la domanda – soprattutto in un’epoca di distanziamento sociale e in cui si trascorre ancora più tempo di fronte a uno schermo.

Le clog multicolore di Grateful Dead x Chinatown Market x Crocs conquistano il 9° posto, dopo aver generato una coda virtuale di oltre 45.000 persone speranzose di riuscire ad accaparrarsene un paio nel giorno stesso del drop. Con il coronavirus a stravolgere sempre tutte le regole, le ambitissime slip-on in resina sono tra gli articoli fashion più gettonati del momento, con le ricerche di Crocs in aumento conseguente del 41% nel trimestre. Poco dopo la fine di questi tre mesi, Crocs ha annunciato una prossima collaborazione con niente meno che Justin Bieber, lasciando gli amanti delle clog in impaziente attesa.

3° trimestre 2020
Prodotti uomo più desiderati

  1. Photo: Sneaker Air Jordan 1 High OG di Dior x Nike

    Sneaker Air Jordan 1 High OG di Dior x Nike

  2. Photo: Ciabatte Boston di Birkenstock

    Ciabatte Boston di Birkenstock

  3. Photo: Pantaloni jogger Tech Fleece di Nike

    Pantaloni jogger Tech Fleece di Nike

  4. Photo: Ciabatta Scuff Deco di UGG

    Ciabatta Scuff Deco di UGG

  5. Photo: Calzini con logo di Balenciaga

    Calzini con logo di Balenciaga

  6. Photo: Sneaker Air Max 270 Cactus Trails di Nike x Travis Scott

    Sneaker Air Max 270 Cactus Trails di Nike x Travis Scott

  7. Photo: Anfibi in pelle di Prada

    Anfibi in pelle di Prada

  8. Photo: Baggies di Patagonia

    Baggies di Patagonia

  9. Photo: Mascherina di adidas

    Mascherina di adidas

  10. Photo: Felpa con cappuccio Airport Tape di Off-White

    Felpa con cappuccio Airport Tape di Off-White

Collaborazioni, ciabatte e anfibi

Con una lista d’attesa di oltre 5 milioni di persone e solo 8.500 paia disponibili, la richiesta di una rimessa in vendita delle sneaker Air Jordan 1 High OG di Dior x Nike è schizzata alle stelle. Dal prezzo originale di 2.200 $ e con rivenditori pronti a chiedere fino a 12 volte quella cifra, queste calzature sono irraggiungibili per molti; ciononostante, rimangono il prodotto uomo più desiderato di questo trimestre. Dior non compare nella classifica dei brand più hot del Lyst Index a causa della sua modalità di distribuzione, ma la maison ha avuto un trimestre strepitoso con sfilate trasmesse in diretta streaming dalla Puglia e da Parigi e conquistando l’approvazione di numerose celebrity.

La crescita della richiesta di calzature comode come le slip-on è andata aumentando per tutto il trimestre, dato che molti consumatori stanno ancora trascorrendo molto tempo in casa. Le clog Boston di Birkenstock si piazzano al 2° posto della classifica dei prodotti uomo più desiderati – e lo stesso stile compare anche nella lista degli articoli per lei, gentilmente offerte da Crocs. Nonostante sia stato deriso su Twitter per l’abbinamento sandali+calze sfoggiato durante la sfilata di settembre della moglie Victoria, David Beckham è una testimonianza del ritorno in auge di questo look: nel corso del trimestre, la richiesta di sandali da uomo è aumentata del 47% e quella delle calze del 39%. Sulla stessa scia, le Scuff Deco di UGG si aggiudicano il 4° posto, registrando il sold out presso vari rivenditori.

Al polo opposto del mondo delle calzature, troviamo gli anfibi di Prada con mini pouch ad occupare il 7° posto della classifica trimestrale. Apparsi in precedenza nella lista dei prodotti donna più hot, gli stivaletti riassumono l’estetica survivalista tipica di quest’anno affiancata da – ma anche in contrasto con – una comoda atmosfera casalinga. Gli stivali dalla suola spessa sono presenti anche tra i prodotti donna più desiderati di questo trimestre, con un paio in pelle e gomma di Bottega Veneta, riflettendo così la tendenza emergente degli “stivali anti-contaminazione ma chic”.

Le mascherine sono ancora fortemente richieste, soprattutto in seguito all’emanazione di leggi che ne hanno esteso e rafforzato l’utilizzo in molte zone e durante l’intero trimestre. La domanda è cresciuta del 389%, più bassa rispetto al 510% degli inizi dell’anno, ma abbastanza alta da giustificare la decisione di molti brand di lusso – tra cui Burberry e Missoni – di entrare in questo mercato. A settembre, Louis Vuitton ha lanciato una mascherina da 960 $ portando i DPI verso nuove vette e generando un aumento del 538% delle impressioni sui social, anche se la mascherina più ambita di questo trimestre è firmata adidas. Disponibili in una confezione da tre e in due misure diverse, questo articolo in mix sintetico ha registrato il sold out subito dopo l’uscita.

Dopo aver messo in pensione (provvisoria, almeno) abiti e camicie eleganti per l’ufficio, la richiesta di abbigliamento casual, ormai pièce de resistance dell’intera giornata di lavoro e non, è andata crescendo sempre più, con i lavoratori da casa sempre più desiderosi di variare il loro guardaroba. I pantaloni sportivi grigi di Nike sono al 3° posto tra gli articoli più hot del trimestre, mentre i pantaloncini Baggies in nylon riciclato di Patagonia entrano nella classifica all’8° posto. La felpa con cappuccio di Off-White con stampa “Airport Tape” chiude la classifica e incorpora il desiderio di viaggiare – o il semplice bisogno di una meritata vacanza – provato da molti durante l’intero trimestre.